Ebraica Festival

L'Ebraica Festival il 23 Giugno 2018 ore 23.15 a Roma, presso il Palazzo della Cultura, via del Portico d'Ottavia 73, ospita il Trio Dmitrij alla "Notte della Cabbalà", in collaborazione con l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il tema del Festival è "Time&Life". Il tempo e la vita, vissuti in un viaggio di scoperta del compositore Shostakovich dal suo Trio n.2 all'avvicinamento alla musica Jazz. Il collegamento tra due stili diversi di musica che nel tempo si sono sempre contaminati a vicenda. Conclude la serata West Side Story Medley di Bernstein elaborata appositamente dal Trio Dmitrij per l'evento.

Il trio Dmitrij in concerto, a Jewish Jazz Story

di Marta Spizzichino
Dopo il colloquio sul caso Mortara il Palazzo della Cultura ha ospitato il Trio Dimitrij in concerto con "A Jewish Jazz Story” i cui motivi hanno spaziato dalla musica classica al Klezmer e al Jazz. Provenienti dal Settore di Alta formazione del Santa Cecilia, i tre musicisti - un pianista, un violoncellista e un violinista - hanno intrattenuto il pubblico per quasi un’ora. Quello del Trio Dimitrij è stato un viaggio incominciato con la Hatikwà e proseguito con musica classica e Klezmer, “la cui contaminazione è stata essenziale per la nascita del Jazz”, ci ha ricordato il pianista. Il Klezmer, genere tradizionale degli ebrei ashkenaziti, contaminò il Jazz appena nato. Fu nel 1926 che quest’ultimo genere arrivò in Unione Sovietica impressionando Shostakovich per la prorompente vitalità di cui il Piano Trio jazz suite n.1 è stato esempio. Tra i temi eseguiti si è avuto anche un medley tratto da “West Side Story”: un tributo al centenario dalla nascita del direttore d’orchestra Leonard Bernstein, genio universale di origine ebraica, giustamente definito "il più grande pianista tra i direttori, il più grande direttore tra i compositori e il più grande compositore tra i pianisti”.

Leggi anche La Stampa - Ebraica–festival: a Roma si celebra il tempo (Giulia Modesti)